Le Wi che non abbiamo in Italia.

21 08 2007

 Questa volta prendo il discorso alla larga cosi’ da smaltire il nervosismo accumulato cercando notizie sull’argomento.L’unico Wi di cui possiamo usufruire liberamente nel “Bel paese” e’ solo quello seguito da un altra  “i” sto parlando della console prodotta da mamma Nintendo.

Per quanto riguarda tutte le altre, in Italia si latita alla grande a cominciare dalla oramai “obsoleta” Wi-Fi che magari a molti sembrera’ cosa del XXIII° secolo gioendo e cantando se beccano un Hot spot “libero”.Bene signori e signore vi faccio presente che la suddetta tecnologia e’ ormai superata!Potremmo paragonarla ad una connessione Wap di molti anni fa’.Ma andiamo con ordine e prendiamo a piene zampe dalla nostra amata wikipedia fonte inesauribile di informazioni.

Wi-Fi, abbreviazione di Wireless Fidelity, è il nome commerciale delle reti locali senza fili (WLAN) basate sulle specifiche IEEE 802.11.Con un access point è possibile coprire con banda larga fino a una distanza di 300 metri teorici (uso domestico) se non vi è alcuna barriera in linea d’aria. In presenza di muri, alberi o altre barriere il segnale decade a 150 metri.

Queste reti si stanno espandendo sempre piu’ ma ripeto ormai e’ una tecnologia superata, vediamo invece cosa usano i nostri amici Coreani(dal mondiale 2002 non tanto!)

In questo paese e’ di larga diffusione il WiBro.Le loro stazioni base  offrono un throughput complessivo tra i 30 ed i 50 Mbit/s, e coprono un raggio di 1-5 Km, permettendo così l’uso nomadico di Internet. La tecnologia offre anche qualità del servizio, in modo da permettere a WiBro di inviare contenuti video in streaming e altri dati che necessitano di inviare dati in maniera affidabile.

Attenzione! In Italia durante le Olimpiadi di Torino e’ stato fatto un test con questa rete infatti:

 

 A febbraio 2005 circa, Telecom Italia promette: lanceremo i servizi WiBro a inizio 2007, con circa 500 antenne, che copriranno il 50 per cento circa della popolazione. La velocità di upload adesso è limitata a qualche centinaia di Kbps, ma dal 2008 sarà 10 Mbps, quando il download arriverà a 150 Mbps.

E non e’ finita! Dobbiamo ancora parlare del Wi-Max vera nota dolente di questa “Repubblica delle banane” in cui viviamo.

WiMAX è una tecnologia di trasmissione senza fili d’accesso a banda larga, in grado di fornire elevate prestazioni, in termini di velocità di trasmissione di dati, a basso costo. La possibilità di essere utilizzato su qualsiasi tipo di territorio, a prescindere dalle caratteristiche geografiche (si possono utilizzare sistemi WiMAX, in tutti gli ambienti, dall’urbano al rurale), rende WiMAX competitivo sul mercato per ogni tipo di utenza (dall’azienda all’utente singolo). WiMAX è in grado di operare sia su bande di frequenza sottoposte a licenza (cioè porzioni dello spettro frequenziale assegnate in uso esclusivo dalle istituzioni governative preposte a enti e aziende, solitamente dietro compenso) che su bande “non licenziate” (cioè su frequenze per il cui utilizzo non vi è alcun pagamento). La tecnologia supporta velocità di trasmissione di dati condivisi fino a 70 Mbit/s in aree metropolitane, utilizzando una tecnologia che non richiede la visibilità ottica tra le stazioni. Secondo i proponenti di WiMAX questa ampiezza di banda è sufficiente per supportare simultaneamente almeno 40 aziende con connettività di tipo T1 e 70 abitazioni con connettività al livello DSL da 1 Mbit/s.

E allora ?

A giugno 2007 si doveva tenere l’asta per “spartire” le licence d’uso delle fraquenze…..Come al solito non si e’ saputo piu’ nulla anzi… si e saputo eccome! (beata ignoranza!, ste’ notizie non le cerco piu’ altrimenti sclero..) 

L’Asta e’ “misteriosamente” slittata di 18 mesi quindi niente WiMax per almeno 2 anni!

Mi fa’ ridere (non posso fare altro!) solamente una cosa, in questo Paese dove la copertura adsl ancora non e’ una realta per molte persone (56k aiutatemi) ci propinano la fantasmagorica nuovissima HSDPA come la manna piovuta dal cielo….e non parliamo dei prezzi sia di GPRS UMTS….ecc ecc…Lasciamo perdere finisco qui e mi vado a fare una camomilla.

Se avete opinioni a riguardo accomodatevi saro’ felice di leggervi

Dal vostro caro Mylo.


Azioni

Information

4 responses

22 08 2007
Alex - Microsmeta

Bravo Mylo, aiutami anche tu in questa battaglia contro le ingiustizie dei provider… Servisse a qualcosa!!!

PS: Voglio Free.fr come provider ADSL, Fisso e Mobile in italia!

22 08 2007
Alex - Microsmeta

…Ho importato il feed del blog e dei commenti nell’aggregatore. Sono contento di questa tua virata. I blog/podcast più sono centrati sulla tecnologia e più mi piacciono (magari con qualche incursione su ecologia e risparmio… )🙂

22 08 2007
Silviakittys

Mi associo ad Alex ,che in quanto mio “gemello” non poteva non pensarla come me😉
Ciao raga continuate così tutti…

22 08 2007
mylo

Grazie per essere passati ragazzi! non sapete quanto mi faccia piacere!
Alex hai ragione puo’ pure non servire a nulla ma qualcuno (come noi) devono continuamente scrivere articoli di denuncia sulla situazione scabrosa che abbiamo in italia (scritto piccolo di proposito,non merita tanta importanza!) cosi’ da “destare” qualche mente “ipnotizzata” dalle campagne pubblicitarie.
Non ho scritto nulla sulle tariffe mobili perche’ gia’ stavo perdendo la pazienza.

Bene torno sotto il condizionatore che qui dove e’ il pc ci saranno 40°C, oggi e’ stata una giornata delle piu’ calde qui in sicilia.

A presto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: